Ascolta i podcast di Radio Tarlo

giovedì 16 giugno 2011

Arthur Serpis: La visione delle cose da vicino

Capita di sbagliare...soprattutto quando ad una certa età ci si ostina inesorabilmente a non indossare gli occhiali per non prendere consapevolezza dell'avanzare degli anni. E così: leggere diventa difficile, scrivere anche e così via...fino al punto di non riconoscere più nemmeno le persone. A meno che, questa, non sia solo una scusa. Una nuova inedita vignetta di Arthur Serpis per tutti voi. Buona Lettura
 Arthur Serpis: Testo, disegni e colori di Daniele "tarlo" Tarlazzi
©2011 I diritti sono riservati
Avete dimenticato gli occhiali a casa (siamo in tema come vedete)? Nessun problema! Cliccate sulla vignetta e vedrete che per incanto si aprirà in versione grande e leggibile... miracoli della tecnica!

2 commenti:

AngeloC. ha detto...

e se ti lasci andare a commenti più "intimisti"...
quel rossore sulla guancia tende ad assumere la forma di cinque dita con palmo...

Lei di solito ci vede bene e non manca il bersaglio... ^^'

Buon fine settimana ^^

Daniele "tarlo" Tarlazzi ha detto...

@AngeloC: Ma i serpenti non hanno mani e quindi difficilmente il "pudico rossor" potrebbe assumere la forma di cinque dita con palmo....ammetto però che mi hai dato una bella idea :-D