Ascolta i podcast di Radio Tarlo

venerdì 25 novembre 2011

Fantasmi a Ravenna? Ecco che arrivano i Ghostbusters!

Ci mancavano solo i fantasmi a Ravenna: (da il Resto del Carlino)

Ombre furtive che spariscono nel nulla, rumori impercettibili, gemiti quasi; oppure odori improvvisi e, apparentemente, senza una fonte evidente; niente paura, se il sospetto è di avere a che fare con fenomeni inspiegabili, o addirittura fantasmi, basta contattare la National Ghost Uncover, associazione nata alla fine del 2010, con sede a Riccione e Forlì, proprio con l’obiettivo di indagare ciò a cui non si riesce a dare una spiegazione razionale. «Non siamo cacciatori, ma ‘scovatori’ di fantasmi» sottolinea il presidente Massimo Merendi, forlivese con origini ravennati. E chiarisce subito che l’associazione non si occupa di medium, sedute spiritiche o «cose del genere».

Lavora invece con scrupolo e metodo sulla base delle segnalazioni che arrivano da chi si trova, o crede di trovarsi, di fronte a dei fantasmi. «Perché — osserva Merendi — c’è chi i fantasmi li ha dentro di sé, chi li vede ovunque, e chi invece può realmente trovarsi di fronte a fenomeni dalla non facile interpretazione». Ecco allora che arrivano loro, veri e propri ghostbusters pronti a intervenire, in squadre da quattro o cinque persone, là dove il dovere, o il soprannaturale chiama. E infatti ieri Massimo Merendi, che è anche presidente dell’associazione Romagna Stati Uniti, è arrivato a Ravenna insieme all’amico e collega ghostbuster Vanni Landi, di professione musicista. Entrambi in missione per scovare questa volta un fantasma ravennate. Hanno effettuato due sopralluoghi, uno in via Guaccimanni, l’altro in piazza del Popolo.

«Abbiamo ricevuto le segnalazioni — spiega Merendi — da parte di due amici di Ravenna. In uno degli edifici faremo un sopralluogo interno, perché abbiamo avuto il consenso dei proprietari, nell’altro ci limiteremo all’esterno. Si tratta in entrambi i casi di edifici privati». E non è tutto. A rendere ancora più interessante la questione sarebbero le generalità di uno dei due fantasmi in questione, su cui Merendi però preferisce, al momento, non sbilanciarsi. «Potrebbe trattarsi — anticipa — di un personaggio non ravennate, ma che con questa città ha avuto molto a che fare nei tempi antichi».

Gli impavidi ghostbuster ieri sono dunque partiti con il loro primo sopralluogo ravennate armati di apparecchiature in grado di rilevare mutamenti impercettibili di calore o suoni. «Certo — conclude Merendi — i nostri strumenti non sono così sofisticati come quelli dei nostri colleghi americani con i quali ci incontreremo il prossimo anno».
Annamaria Corrado - Il Resto del Carlino
 
 "Ghostbusters a Ravenna?" © 2011 Testo, disegni e colori di Daniele "tarlo" Tarlazzi

4 commenti:

AngeloC. ha detto...

Venimmo, vedemmo e lo
ehmmm
non la concludo anche se è solo un'altra citazione e non un plurale maiestatis... :P

Buon fine settimana ^^

Daniele "tarlo" Tarlazzi ha detto...

@AngeloC: Ricordo benissimo la citazione da te riproposta. L'esclamava il professor Venkman dopo il primo intervento nell'Hotel giusto?
Buona settimana

AngeloC. ha detto...

Esattamente quella...
Sfortunatamente, tolta quella usata da te, era l'unica citazione che m'è venuta in mente. L'inizio calzava bene...
molto molto meno il finale... :P

Daniele "tarlo" Tarlazzi ha detto...

@AngeloC: :-D