Ascolta i podcast di Radio Tarlo

martedì 18 novembre 2014

Prelievi forzosi

Da qualche giorno, su alcuni quotidiani, viene lanciato lo spauracchio del "prelievo forzoso" ovvero: quel prelievo (o furto legalizzato) che lo stato impone sui conti dei cittadini. 
Già in passato,  il governo Amato aveva usufruito di questa possibilità. Ora pare che la situazione possa ripetersi  (ce lo chiederebbe addirittura l'Europa) e che il prelievo forzoso servirebbe a ripianare una piccola parte del debito pubblico.
Non solo, ma sempre più insistenti si fanno anche le voci di un nuovo possibile aumento dell'IVA che potrebbe arrivare addirittura a quota 25%. Naturalmente ci si augura che tutte queste voci si rivelino in realtà veri e propri spauracchi di cattivo gusto e di cattivo giornalismo, ma non c'è mai fumo senza arroso.
Mi chiedo: Cosa preleverà lo stato se i conti della maggioranza degli italiani sono ormai in rosso? 
Comunque niente paura: sono solo voci che si riveleranno vere e proprie bufale... #Italiastaiserena 


© 2014 Testo disegni e colori  di Daniele "tarlo" Tarlazzi

2 commenti:

AngeloC. ha detto...

Hanno cominciato prelevando forzosamente una "t" dal tuo arrosto...
o è una licenza poetica per sbaciucchiare la rima con il "rosso" della frase successiva??
:o)

Buon fine settimana ^^

Anonimo ha detto...

AngeloC: Un refuso dovuto alla vista... maledetti occhiali :-D

Buona settimana D.