Ascolta i podcast di Radio Tarlo

venerdì 21 ottobre 2011

Il ritorno di Geppo!

Per una volta consentitemi di non pubblicare vignette satiriche o umoristiche dei miei personaggi e permettetemi di parlare di  un evento a mio avviso assai importante per il mondo del fumetto italiano.
L'amico Andrea Leggeri ha dato alle stampe un interessantissimo volume (che spero possa essere il primo di una lunga serie) dedicato al diavolo buono per eccellenza: GEPPO!
Nel volume, (che potrete trovare a Lucca Comics) verrà rivisitata  niente meno che la divina commedia.
Il tutto condito, scritto e disegnato dal grande autore (e maestro) Sandro Dossi
Per chi fosse interessato all'acquisto del volume, mi permetto di riportare quanto scritto dal blog "Geppo Inferno 2000":

Geppo Inferno 2000
di Sandro Dossi
96 pagine in b/n
brossurato
20 x 25 cm
tiratura limitata: 200 copie
Prezzo € 10,00
È possibile acquistarlo tramite pagamento con PayPal cliccando sul tasto "Paga Adesso" che trovate sulla colonna di destra in alto. L'invio con PIEGO DI LIBRI ORDINARIO prevede spese di spedizione comprese nei 10 Euro dell'abo. Per chi volesse c'è l'opzione PIEGO DI LIBRI RACCOMANDATO con l'aggiunta di € 3,36 come contributo alle spese di spedizione.
Chi volesse pagare con ricarica Poste Pay è pregato di scrivere in privato al solito indirizzo geppoinferno2000@gmail.com Oppure è possibile acquistarlo durante i giorni della fiera lucchese.
Per ulteriori informazioni vi rimando al BLOG dell'amico Andrea Leggeri (cliccate sul link sottostante). 
 
 
Di seguito la copertina dell'albo ad opera del grande Sandro Dossi (inutile dire che io ho gia prenotato l'albo vero?). A tutti voi, buona lettura

Geppo è © 2011 by Sandro Dossi - Aventi diritto

2 commenti:

angeloC. ha detto...

Quel gran buon diavolo di Geppo.
Mi riporta all'infanzia...
mii come son vecchio...

Buon fine settimana ^^

Daniele "tarlo" Tarlazzi ha detto...

@AngeloC: Sono felicissimo del suo ritorno, anche se per "pochi eletti" visto il numero di copie ridotto, ma sono certo che le richieste saranno così tante da doverne ristampare l'albo. o almeno così mi auguro.